Dott. M. Mirandola

MIRANDOLA_WEB

Nato ad Arzignano (VI) il 02/08/1975

Formazione

  • Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita presso l’Università degli Studi di Verona nell’anno 2000.
  • Abilitazione all’esercizio della Professione di Medico Chirurgo con Esame di Stato presso l’Università degli Studi di Verona e regolare iscrizione all’Albo Professionale dei Medici Chirurghi della Provincia di Vicenza dal 12/09/2001.
  • Diploma di idoneità in diagnostica vascolare non invasiva ottenuto al corso teorico – pratico della Società Italiana di Diagnostica Vascolare S.I.D.V. – G.I.U.V. (Padova, 2003).
  • Specializzazione in Chirurgia Vascolare conseguita presso l’Università degli Studi di Verona nell’anno 2005 discutendo con il Prof. Alessandro Mazzucco ed il Dott. Alberto Scuro la tesi dal titolo: “Follow-up dei pazienti sottoposti ad EVAR: importanza della forza radiale sviluppata dall’endoprotesi sull’evoluzione del colletto aortico prossimale” riportando la votazione di 50/50 e lode.

 

Aree di interesse medico-scientifico

La mia attività si è da sempre concentrata sulle procedure mininvasive di chirurgia endovascolare.

Alla fine degli anni ’90 l’utilizzo di endoprotesi vascolari per la correzione degli aneurismi aortici era ancora in fase iniziale ed ebbi l’opportunità di effettuare uno studio sperimentale sull’utilizzo di varie tipologie di endoprotesi; questo studio si concretizzò nell’anno 2000 nella mia tesi di laurea. Negli anni successivi ho avuto modo inoltre di collaborare all’organizzazione di training didattici per la dimostrazione dal vivo delle metodiche endovascolari.

Anche nel campo Flebologico, in quegli stessi anni, ho avuto modo di utilizzare le emergenti metodiche mininvasive quali l’obliterazione della vena safena con metodica laser (ELVeS) e la scleromousse eco-guidata delle varici degli arti inferiori. Più recentemente, dopo una breve esperienza con l’utilizzo della metodica con radiofrequenza, in collaborazione con il Dott. Andrea Griso, siamo stati accreditati come Centro di formazione europeo per l’insegnamento ai chirurghi della nuova metodica MOCA (mediante catetere ClariVein) per l’operazione delle vene varicose, ovvero ablazione meccano-chimica della vena grande e piccola safena. L’esperienza maturata dal 2012 ad oggi mi ha permesso di presentare  la nostra casistica a vari congressi nazionali ed internazionali tra cui il “LINC – Leipzig International Course” in Germania ed il “Charing Cross” a Londra. Pur rimanendo i due Chirurghi in Italia con la maggior casistica con questo tipo di metodica con un follow-up oramai di 4 anni, abbiamo deciso di avvicinarci anche ad un’altra tecnica endovascolare per il trattamento delle vene varicose ovvero l’obliterazione con cianoacrilato, cosiddetto “colla”.

Dal 2005, dopo essermi occupato dell’Ambulatorio Vulnologico e del Piede Diabetico presso l’Ospedale di Peschiera del Garda (VR), ho approfondito le metodiche endovascolari nel trattamento delle arteriopatie periferiche ed in particolare del distretto sottogenicolare nel piede diabetico (vedi presentazione al Congresso “Piede diabetico ischemico: i dubbi amletici”). Dal 2014 collaboro attivamente all’organizzazione dei corsi “PIVOT”, ovvero corsi riservati a medici chirurghi e radiologi per l’approfondimento delle tecniche endovascolari nella cura del piede diabetico ischemico.

A questo si affianca l’attività di chirurgia vascolare tradizionale quale ad esempio la chirurgia dell’arteria carotide con particolare attenzione, in ogni caso, alla ricerca di nuove metodiche mininvasive.

 

Esperienze lavorative

  •  1999-2005 ho svolto attività autonoma di sala operatoria e di diagnostica vascolare non invasiva ed invasiva presso la Chirurgia “A” – Chirurgia Vascolare del Policlinico “G. B. Rossi” di Verona
  • 2003 Medico frequentatore presso il Reparto di Chirurgia Vascolare dell’Ospedale civile “Ca’ Foncello” di Treviso diretto dal Dott. Lorenzo Ganassin
  • 2003-2005 Medico frequentatore in Sala Angiografica presso la Radiologia dell’Ospedale “Sacro Cuore” di Negrar (VR) con il Dott. Giuseppe Taddei e presso l’Istituto di Radiologia del Policlinico “G. B. Rossi” di Verona con il Prof. Giancarlo Mansueto svolgendo attività di diagnostica vascolare invasiva con procedure di rivascolarizzazione endoluminale.
  • 2005 Attività chirurgica di sala operatoria e diagnostica vascolare non invasivapresso la Casa di Cura privata “S. Maria Maddalena” di S. M. Maddalena (RO) e presso l’Ospedale “Cittadella Socio Sanitaria” di Cavarzere (VE).
  • 2006-2007Medico di Guardia attiva presso il Reparto di Chirurgia Vascolare e Toracica dell’Ospedale Centrale di Bolzano.
  • Da novembre 2005 lavoro presso il Reparto di Chirurgia Vascolare diretto dal Dott. Marcello Lino del Presidio Ospedaliero – A.S.L. n° 22 Regione Veneto - “Casa di Cura Privata Polispecialistica Dott. Pederzoli” di Peschiera del Garda (VR).
  • Dal 2006 effettuo Diagnostica vascolare non invasiva presso la “Casa di Cura Privata Polispecialistica Dott. Pederzoli di Peschiera del Garda (VR), la Casa di Cura privata “Solatrix” di Rovereto (TN), la Casa di Cura privata “S. Maria della Salute” di Porto Viro (RO).
  • Direttore Sanitario della Cooperativa Sociale “Croce Berica – Lonigo Soccorso” – servizio di pubblica assistenza – con sede in Almisano di Lonigo (VI), da aprile 2005 e di Cooperativa “Croce Bianca Vicentina” Onlus con sede operativa in Sossano (VI), da ottobre 2009.

 

Stato civile: coniugato

Lobbiesnuoto, attività subacquea, pallanuoto, sci alpino, sci di fondo; fotografia.